Musical instruments based on work by Renaissance painter Piero di Cosimo "Il quadro di Piero di Cosimo dal titolo “La liberazione di Andromeda” (1510-1513) si trova agli Uffizi di Firenze. Gli strumenti rappresentati sono un tamburin de Béarn (tamburo a corde percosse) unito ad un flauto chiamato Galoubet: gli ho dato il nome di Galoucorde. Il secondo strumento a 4 corde è particolare perché non ho trovato riscontri, ma potrebbe somigliare molto ad una tromba marina. Quindi l’ho chiamato Sangicorde. I due musicisti stanno accordando gli strumenti per suonare in “armonia”.
Fresco in the dome of the Marian sanctuary by musician by Gaudenzio Ferrari Dettaglio dell'affresco di Gaudenzio Ferrari per la cupola di Santa Maria dei Miracoli di Saronno (1534-1538). Vi è raffigurato un concerto di angeli. E’ il concerto più affollato che si conosca. Gli strumenti musicali presenti sono oltre cinquanta e numerosi sono insoliti e alcuni sconosciuti. Michele ha ricostruito molti cordofoni qui raffigurati e li fa tutti suonare.
Altro dettaglio dell’affresco di Gaudenzio Ferrari che mostra una ribeca di canna lacustre. Strumento ad arco, serviva per infondere ritmo alle danze. Immediatamente sotto, la versione di Michele.
Sempre dall’affresco di Gaudenzio Ferrari. A sinistra: una ribeca suonata ad arco, a destra uno strumento piccolo somigliante nella struttura al galoucorde di Piero di Cosimo, un piccolo galoucorde a due corde percosse e un flauto che attraversa lo strumento.
Arpa e salterio a pizzico, altre due creazioni di Michele modellate su strumenti nell’affresco di Ferrari.

1 | 2